UNIVERSITÀ: GUIDA PRATICA E VELOCE

Capitolo scuola concluso? Un po’ di meritato relax ci vuole…ma per chi continua a studiare andando all’università, ecco qualche dritta per iniziare al meglio questo nuovo percorso formativo.

  1. Andate in segreteria e fate tutte le domande che vi servono per avere qualche delucidazione e orientarvi meglio. Allo stesso modo una volta iniziato, non titubate ad avvicinarvi ai professori se avete bisogno di qualche informazione, se sanno rispondervi, lo faranno volentieri.

  2. Tenetevi aggiornati sul sito della facoltà, su news, cambiamenti di orari e sedi delle lezioni o avvisi di segreteria e docenti perché saranno pubblicati li, quindi imparate fin da subito a monitorare la situazione!

  3. Spesso, presi dalla curiosità verso il nuovo sistema, vorremmo seguire tutti i corsi, cerchiamo di incastrarli tra loro per poter essere sempre presenti… non fatelo! È positivo essere entusiasti, non c’è modo migliore per iniziare, ma attenzione a non esagerare. All’università non ci sono solo lezioni, informatevi su iniziative culturali, incontri, attività di ateneo, anche perché a voler seguire tutte le lezioni, finirete per seguirle superficialmente e magari rischiando di perdere interesse prima di terminare il semestre.

  4. Imparate a gestire il tempo, perché le tempistiche sono un po’ diverse rispetto alla scuola, dovete organizzare le giornate tra corsi, studio e tempo libero, ma attenzione i giorni non sono tutti uguali! A volte avete lezione la mattina, a volte il pomeriggio, a volte tutto il giorno…non preoccupatevi, un po’ di pratica e diventerete abilissimi ad incastrare gli orari alla perfezione senza aver bisogno della “collana giratempo” famosa alla scuola di Hogwarts! Magari una tabella di marcia per scandire il tempo e le attività almeno all’inizio vi può essere d’aiuto.

  5. Non isolatevi! Formate gruppi di lavoro in cui aiutarvi a vicenda, fare amicizia e chiarire dubbi. Certo, ci sono cose da fare da soli, ognuno ha il suo metodo di studio o svolge in maniera differente i lavori proposti, ma a volte lavorare in due o tre è un modo per condividere esperienze e scambiare opinioni, vedere le cose da un altro punto di vista, il che si può rivelare positivo. Senza parlare del fatto che per attività più approfondite, se si lavora in più persone si può guadagnare del tempo prezioso…

  6. Nuova formazione nuova organizzazione. L’università richiede una forte autonomia agli studenti, che devono svolgere svariate attività personali giorno per giorno. Uno dei modi migliori per stare al passo con quello che richiedono i prof è organizzarsi. Come dice il punto 4, gestite il tempo come volete, ognuno ha i suoi di tempi, ma cercate di programmarvi per bene al fine di evitare lo stress da studio dell’ultimo minuto. Quello che ci vuole è uno studio regolare ed efficace. È vero che i corsi prenderanno gran parte del vostro tempo, ma per agevolare lo studio matto e disperatissimo prima degli esami ogni volta che tornate a casa riguardate gli appunti presi: è la fase di revisione che vi permette di fissare bene i contenuti e seguire con una maggiore consapevolezza e attenzione la lezione successiva. Quando poi riprenderete in mano tutti gli appunti per preparare l’esame, vedrete che studierete meglio e più rapidamente!

    Cosa vi può servire nelle fasi di ricerca e studio all’università…

In questo modo avrete ordine e sarà tutto di facile reperibilità.

Tanti studenti decidono di comprare il computer, strumento ormai imprescindibile all’università, basti pensare a ricerche da svolgere e altro materiale didattico che inviano i docenti e che bisogna avere in classe in formato cartaceo (quindi da stampare) o digitale (quindi direttamente dal pc).

Per agevolare il lavoro informatico, soprattutto quando si protrae nel tempo, valutate di comprare un tappetino per il mouse ergonomico che favorisce una posizione adeguata di mano e polso oppure un poggiapolsi oscillante da tastiera flessibile che dà un supporto sicuro ai polsi mentre scrivete. Il tutto, computer ed accessori, potete tenerli al sicuro dai colpi e portarlo sempre all’università comodamente in uno zaino imbottito.

Un ultimo suggerimento, semplice ma molto importante:

Mantenete sempre entusiasmo, positività e fiducia in voi stessi, così come quando avete iniziato. Un atteggiamento negativo e svogliato vi farà solo rallentare i tempi!

Recent Posts

Dì la tua, commenta!

Commenta per primo!

avatar
  Subscribe  
Tienimi informato su