Consigli per un ufficio ecosostenibile

La salvaguardia dell’ambiente è un tema di grande attualità, e negli ultimi tempi le persone prestano una attenzione sempre maggiore alle tematiche ambientali. Proteggere il nostro pianeta è una nostra responsabilità e dobbiamo impegnarci tutti i giorni, anche attraverso piccoli gesti, per tutelare la natura.

Visto che passiamo la maggior parte della nostra giornata sul luogo di lavoro, è importante mantenere un comportamento sostenibile anche in ufficio.

Ecco 10 consigli per rendere il tuo ufficio eco-friendly:

  1. utilizza i mezzi pubblici, oppure organizzati con i colleghi che abitano vicino a te per andare a lavoro insieme. In alternativa, se possibile, usa la bicicletta o vai a piedi: tenersi in movimento, oltre che a fare del bene all’ambiente, ha degli effetti positivi anche sul tuo corpo e sulla tua mente;

  2. quando è possibile alterna lo smart working al lavoro in sede in modo da ridurre il traffico nelle ore di punta e diminuire l’inquinamento;

  3. negli uffici si fa sempre un uso massiccio di carta, per questo è importante stampare fronte-retro e usare carta riciclata, riducendo così l’abbattimento di alberi. Se possibile, invece di fare delle fotocopie, scansiona i documenti e condividili in un drive, su un supporto USB, o spediscili via email. Inoltre, al giorno d’oggi, si trovano in commercio stampanti e distruggidocumenti a basso consumo energetico, che permettono di risparmiare energia elettrica e non emettono polveri sottili;

  4. riutilizza gli eventuali fogli scartati usandoli come brutta copia. Per prendere appunti usa una lavagna magnetica invece di foglietti e post-it, così puoi cancellare e riscrivere evitando di sprecare carta;

  5. raccolta_differenziata

    utilizza una macchinetta del caffè compatibile con capsule biodegradabili e bevilo usando bicchierini compostabili, oppure portati un thermos da casa. Invece delle bottigliette d’acqua monouso, usa una borraccia. Per limitare ulteriormente l’utilizzo della plastica non comprare cibo confezionato e non utilizzare posate e stoviglie monouso, ma porta il pranzo da casa in un contenitore riutilizzabile;

  6. fai la raccolta differenziata: ogni ufficio dovrebbe avere dei cestini dedicati a carta, plastica e rifiuti indifferenziati. Nella stanza adibita a mensa o alla pausa caffè è bene prevedere anche un cestino per i rifiuti organici;

  7. posiziona delle piante sulle scrivanie o sugli scaffali. Esse assorbono le emissioni di anidride carbonica, ossigenano l’ambiente, mantengono regolari i livelli di umidità nell’aria, e danno un tocco di colore alla stanza: questi sono solo alcuni dei loro effetti benefici. Le piante grasse sono quelle più facili da gestire perché non hanno bisogno di cure particolari;

  8. sfrutta il più possibile la luce naturale, spegni l’illuminazione artificiale ogni volta che esci dalla stanza. Utilizza lampadine a basso consumo o a LED. Sono più costose, ma fanno risparmiare energia e durano più a lungo, quindi i costi vengono ammortizzati;

  9. presta attenzione alla regolazione di aria condizionata e riscaldamento: non è necessario avere un ufficio in cui fa freddo durante l’estate e con un clima tropicale in inverno. Durante i mesi invernali imposta la temperatura di 20 gradi, e intorno ai 25 gradi in estate. Se possibile apri le finestre invece di accendere il condizionatore, e spegni l’impianto di raffreddamento o di riscaldamento quando non c’è nessuno nella stanza;

  10. spegni sempre i computer, gli schermi, le stampanti, e tutti gli altri supporti elettronici quando vai in pausa pranzo, non lasciarli in stand-by perché consumano comunque energia. Ogni sera stacca l’alimentazione di tutti i dispositivi.

Tutti questi consigli, oltre ad aiutare nella salvaguardia dell’ambiente, hanno l’effetto positivo di portare un notevole risparmio economico alle aziende, quindi perché non iniziare già da subito a seguirli?

Recent Posts

Dì la tua, commenta!

avatar
  Subscribe  
Tienimi informato su