BAMBINI A CASA DA SCUOLA

Scuole concluse e bambini a casa? A tenerli occupati senza che si annoino e stiano da soli, se i genitori lavorano, ci pensano gruppi estivi e stage didattici, ma poi quando anche quelli finiscono, come si può fare? E quando piove e tenerli in casa diventa un’impresa?

Organizzarsi e pensare alle possibili soluzioni è la cosa migliore da fare per avere sempre l’alternativa più adatta a tutte le situazioni.

Ci sono tante valide opzioni per tenere impegnati i bambini… eccone alcune.

  • I bambini amano disegnare e colorare e molto spesso ci stupiscono per l’inventiva e la creatività che dimostrano.

    • L’album colorato è sempre una soluzione vincente, oltre che a poterci disegnare sopra, su una base diversa dalla solita bianca, è possibile anche ritagliarlo secondo la forma desiderata per creare delle specie di collage.

    • Un’altra soluzione è quella di disegnare su cartoncino colorato con gli “strumenti” che si preferiscono, dai pastelli ai pennarelli, dagli acquerelli ai pastelli ad olio, dai pastelli a cera ai colori a tempera, dando un tocco finale con glitter e porporina.

      I bambini possono così sbizzarrirsi e cimentarsi su tecniche sempre diverse.

    • Un’alternativa semplice adatta a chi non è molto esperto nel disegno, è utilizzare la carta carbone. Si fanno tre strati, alla base si mette il foglio su cui deve imprimersi l’immagine, poi si posiziona la carta carbone ricalcante e sopra il foglio col disegno da ricalcare. Dello scotch è utile per far rimanere ben saldi i tre fogli insieme.

    • Una tecnica che invece richiede più precisione, pazienza e soprattutto più tempo (da prendere in considerazione in giornate di pioggia!) è quella del puntinismo. Si realizza la sagoma sulla carta che si seguirà con il colore facendo dei puntini. Per un effetto migliore si consiglia di usare colori più scuri al centro e più chiari man mano che si arriva al contorno.

    • Altra tecnica originale è quella dei gessetti. Una volta realizzato il disegno e colorato, si passa alla fase divertente, quella della sfumatura direttamente con le dita. L’effetto è originale e realistico. Provate per esempio con un sole al tramonto sul mare!

  • Una delle tecniche più amate è quella dei colori a dita. I più piccoli si sa, sperimentano tutto con le mani, si approcciano con la realtà in questo modo ed è una fase in cui è bene essere vigili perché potrebbe rivelarsi pericoloso, ma se il rischio è quello di sporcarsi, è bene lasciare che si sporchino: naturalmente assicuratevi che i colori siano atossici e testati dermatologicamente!

  • Altra soluzione pensata per i piccoli che si divertono a sperimentare e toccare con mano, è quella dell’utilizzo di paste modellabili e pongo, che si possono “sformare” e riformare tutte le volte che si vuole.

    I più grandi possono giocare con il DAS, la pasta modellabile minerale che si indurisce stando all’aria anche senza cottura. Si può applicare su diversi supporti come legno e cartoncino; si può anche decorare con la pittura ad acqua e si possono usare mirette e spatole per modellare, incidere ed asportare.

  • A riscuotere grande successo tra le bambine sono le matite cosmetiche. Sappiamo che una delle cose che affascina il mondo femminile anche da molto giovane è il trucco. Fino ad una certa età però non ci si trucca, ma perché non farlo almeno per gioco? State sicuri che se si lascia un gruppo di amichette con queste matite in mano per qualche ora, sapranno farne buon uso. Si truccheranno a vicenda e si divertiranno…è assicurato! E potete stare tranquilli perché sono dermatologicamente testate, facilmente removibile con acqua e sapone. Naturalmente oltre che per puro gioco, sono ideali per Carnevale, Halloween e occasioni “Truccabimbi”.

Ecco alcune soluzioni pensate per i più piccoli e meno piccoli, per chi ama l’arte e ha già una certa dimestichezza con gli strumenti da disegno e per chi invece è alle prime armi. Delle valide alternative a tv e videogiochi, perché i bambini non si annoino quando le giornate sono lunghe e non ci sono particolari attività in programma, e soprattutto perché rilassino la mente (i più grandi) dopo aver fatto i compiti! Sono anche pratiche attività che si possono svolgere all’aria aperta.

Recommended Posts

Dì la tua, commenta!

Commenta per primo!

avatar
  Subscribe  
Tienimi informato su