Carta fotografica, tu quale usi?

Abbiamo già parlato – in maniera generica – di come scegliere correttamente la carta per la propria stampante. Ora ci soffermeremo invece sulla carta fotografica e sulle caratteristiche che quest’ultima deve avere.

Carta fotografica lucida

Carta fotografica lucida a grammatura media per risultati di buona qualità

Formato

Il formato classico, quello che generalmente utilizzano (o utilizzavano) i fotografi per sviluppare i vecchi rullini, è il 10×15 cm. E’ ampiamente diffuso e quindi permette di risparmiare qualcosina sul prezzo: altri formati – meno comuni – costano di più.

Marca

Può capitare che – quando si utilizza la carta fotografica – il risultato finale “sbavi”. In assenza di altri problemi tecnici, la causa potrebbe essere l’incompatibilità tra l’inchiostro utilizzato dalla stampante ed il tipo di carta. E’ infatti buona norma acquistare carta fotografica la cui marca è la stessa della stampante: così facendo si evita il problema.

Carta fotografica speciale

Carta fotografica speciale a grammatura elevata per risultati superlativi

Carta fotografica lucida oppure opaca?

La stessa immagine stampata su carta lucida e opaca, produce due effetti molto diversi. C’è poco da dire a riguardo: potete provare entrambe le soluzioni e poi decidere, è tutta questione di gusti personali. Ci sono però due aspetti che vanno tenuti in considerazione:

  • Contrasto. La carta lucida accentua il contrasto quindi le stampe sono più belle da vedere. Volendo analizzare la cosa sotto un profilo psicologico, studi dimostrano che il cervello è più sensibile al contrasto, alle “differenze” piuttosto che ad altri elementi come una singola tonalità di colore.
  • Riflessi. Il vantaggio principale della carta opaca è quello di non produrre riflessi. Certo è che se una foto viene messa all’interno di un vetro (per esempio se si utilizza una cornice), allora è inutile utilizzare la carta opaca tanto i riflessi ci sarebbero comunque a causa del vetro. In tutti gli altri casi – invece – si può valutare la possibilità di sfruttare questa tipologia di supporto.

Spessore

Una foto sottoposta ad usura (ad esempio se viene spesso toccata con le mani), avrà bisogno di un supporto cartaceo spesso per resistere con il passare del tempo. Se invece si intende incorniciare, il problema neppure si pone. Detto ciò, il fatto che una stampante sia compatibile con la carta fotografica, non implica che lo sia con tutti i tipi. Bisognerebbe sempre informarsi bene sullo spessore massimo supportato così da evitare problemi (ad esempio inceppamenti frequenti).

Recommended Posts

Dì la tua, commenta!

Commenta per primo!

avatar
  Subscribe  
Tienimi informato su